REIKI E' UNA SETTA?  
di Bronwen e Frans Stiene www.Reiki.net.au

Per dirla semplicemente, il sistema di Reiki è una serie di pratiche che nel Giappone dell’inizio del 1900, un uomo mise insieme per aiutare se stesso ed i suoi studenti nel proprio auto-sviluppo. Sebbene queste pratiche siano state sviluppate e variate da numerose persone, negli ultimi 100 anni, un filo di cinque principali elementi passa attraverso tutte le versioni del sistema.
Questi sono: la guarigione con le mani, i precetti (o ideali) Reiki, 4 simboli e mantra, meditazioni o tecniche, ed una benedizione spirituale chiamata reiju.
Questi elementi, quando messi insieme, formano un sistema completo, che non prevede alcun dogma ma solo pratica personale per lo sviluppo spirituale e  la capacità di guarigione. 

Una setta, comunque, secondo Michael Langone, è: Un gruppo o movimento che mostra una grande o eccessiva devozione o dedizione a qualche persona, idea, o cosa  e che usa, in modo non etico, tecniche manipolative di persuasione e controllo, intese a promuovere gli obbiettivi del leader del gruppo, a detrimento effettivo o possibile dei membri, delle loro famiglie, o della comunità. Le sette sono gruppi che spesso sfruttano i membri psicologicamente e/o finanziariamente, caratterizzati dal costringere i membri a conformarsi alle pretese della leadership, attraverso certi tipi di manipolazioni psicologiche.
Il sistema di Reiki non ha in sé alcuno di questi elementi di setta. Comunque, potrebbe essere possibile ad una persona usare scorrettamente la popolarità di un sistema quale Reiki per sviluppare una organizzazione tipo-setta. Poiché il sistema di Reiki, come è attualmente, non ha regole, questo compito non sarebbe difficile da raggiungere. Lo scopo di questo articolo è quello di chiarire a potenziali clienti e studenti se un insegnante del sistema di Reiki può aver trasformato il sistema in uno con tendenze tipo-setta.
Curiosamente, nessuna persona crede di essere abbastanza credulona da poter essere coinvolta in una setta, eppure, guardate questo elenco di potenziali membri di sette, sviluppato dalla Cult Hotline & Clinic:
La recluta potrebbe essere quasi chiunque, compresi coloro:
 •         di famiglie con stato socio-economico da medio ad alto
•          di intelligenza media o superiore alla media
•          normalmente ben istruiti, compresi laureati
•          intellettualmente curiosi
•          idealisti o che ricercano un significato o uno scopo nella vita
Gli 'idealisti' che ricercano un trattamento o un corso Reiki devono assicurarsi che non stiano per farsi coinvolgere in un gruppo che ha possibilità tipo-setta.
Di seguito guardiamo ad alcuni dei punti indicati da Michael Langone e confrontiamoli con gli elementi del sistema di Reiki. Ciò aiuterà a chiarire se insegnamenti che assumono  le sembianze di Reiki sono di natura tipo-setta:
Eccessiva Devozione o Dedizione a qualche Persona, Idea o Cosa
Nessun insegnante nel sistema di Reiki pretenderebbe devozione o neppure dedizione per se stesso, per eventuali precedenti insegnanti del sistema o qualunque altro aspetto di Reiki.
Il sistema di Reiki intende supportare i praticanti nel loro auto-sviluppo e guarigione e ciò può essere raggiunto solo dal praticante stesso, con la intesa che "la sola persona che ti può guarire, sei te stesso”. Il ruolo di un insegnante è quello di essere un supporto alla pratica personale dello studente.  Il rispetto, e non la devozione, dovrebbe essere parte naturale di una relazione insegnante/studente Reiki. Inoltre, il rispetto può essere solo guadagnato, mai dato per scontato o preteso.
Storicamente, nel sistema di Reiki vi è un fondatore il cui nome è Usui Mikao. Diversamente da molte sette, egli non ricopre alcuna posizione messianica all’interno del sistema. Vi sono, in realtà, così poche informazioni relative a fatti riguardanti la sua persona - tranne una o due frasi riferite dalla Usui Reiki Ryôhô Gakkai e contraddittorie parabole raccontate da Hawayo Takata - che sarebbe sospetto se un gruppo Reiki pretendesse di avere conoscenze superiori sulla sua vita o sulle sue esperienze personali. 
Se un insegnante Reiki presenta, nel  proprio racconto della  storia di Reiki, delle personalità che richiedono eccessiva devozione o dedizione, oppure sviluppa storie che indicano che gli insegnamenti sono "speciali”, "unici"o "migliori"allora, ancora una volta, ciò sarebbe sospetto senza i relativi fatti a che lo supportino. 
Essere spinto a difendere o promuovere un insegnante Reiki, ripetendo false asserzioni o racconti, sarebbe un  altro esempio di uno studente Reiki irretito in un ambiente tipo-setta.
Purtroppo, il titolo "Master"come è stato usato da insegnanti Reiki in Occidente, ha le connotazioni di una persona che ha potere su qualcosa o di un qualcuno che ha una posizione più alta di qualcun altro. Il sistema di Reiki non riguarda nessuna delle due cose. A causa della mancanza di regole in Reiki, il termine Reiki Master può essere persino usato da qualcuno che ha una preparazione Reiki minima. In Reiki, un titolo non indica le capacità della persona. Per questa ragione il termine Insegnante Reiki sta diventando una alternativa popolare, e spesso più ragionevole, di Reiki Master.
Uso non etico di Tecniche Manipolative di Persuasione e Controllo
La creazione di pratiche "particolari”, una cerchia ristretta di persone all’interno, e regole dettagliate, spesso irragionevoli o non semplici da seguire, sono alcuni degli espedienti usate dalle sette. 
Il sistema di Reiki è una pratica aperta in cui, lavorando attraverso ogni livello, impari nuove tecniche, 4 simboli e mantra e, se seguito dalla pratica, alla fine impari a praticare reiju. Alcuni di questi elementi hanno bisogno di essere insegnati allo studente da un insegnante e perciò è abbastanza inefficace leggerle su un libro. Per questa ragione, il sistema di Reiki non viene mai insegnato da un libro, ma sempre da insegnante a studente direttamente. Non è che questi elementi sono segreti, ma poiché il sistema è di tipo energetico e non solamente tecnico, ciò è necessario affinché insegnante e studente stabiliscano una connessione energetica significativa..
La forma degli insegnamenti può essere considerata come le regole, cioè nel sistema di Reiki vi sono elementi obbligatori, quali i cinque principi menzionati precedentemente. Nella forma sono insite differenti comprensioni individuali di cosa sia Reiki o di come il sistema funzioni, poiché  è una pratica personale e la sua mancanza di dogmi consente una profonda introspezione.
Il contenuto dei precetti Reiki è tutto quanto viene richiesto come "regole"agli studenti ed essi (i precetti) sono semplicemente dei suggerimenti per vivere una vita sana e felice. Una delle loro traduzioni è:

Solo per oggi:
Non ti arrabbiare
Non ti preoccupare
Sii umile
Sii onesto nel tuo lavoro
Sii compassionevole con te stesso e con gli altri

Non vi sono regole su cosa tu debba mangiare, bere, indossare, dire o pensare. 
Benjamin Zablocki, un professore di Sociologia, afferma che le sette hanno un elevato rischio di arrivare ad abusare dei membri. Ciò avviene, in parte, a causa della adulazione da parte dei membri di leader carismatici, che contribuisce a far si che i leader vengano corrotti dal potere. Zablocki definisce una setta come una organizzazione ideologica tenuta insieme da relazioni carismatiche e che pretende un impegno totale.

Sfruttamento  Psicologico e/o Finanziario dei Membri
Le persone pagano per i corsi Reiki ed è solo naturale pagare per un servizio. Ma quanti livelli vi sono nel sistema, ovvero per quanto tempo devi continuare a pagare il tuo insegnante? Generalmente 3, ed a volte 4, livelli sono un numero accettato nel sistema Usui di Reiki.
 
Non è mai obbligatorio completare più livelli di Reiki di quello a cui sei interessato. Il completamento di un livello non significa  automaticamente anche che tu debba proseguire al livello successivo e così via.
Lo sfruttamento psicologico e finanziario è comune laddove gli studenti si sentono pressati a supportare le azioni del leader in modi diversi. In generale, si ritorna sempre alla costruzione del potere del leader. Le sette sono la creazione di una persona che ha una motivazione ulteriore e che usa gli insegnamenti o le credenze per acquisire potere psicologico e/o finanziario su altri. 
Il sistema di Reiki riguarda il potenziamento delle persone, non il togliere loro potere. 

Abbandonare una Setta
Se uno studente crede di essere stato coinvolto in una organizzazione tipo-setta, può essere per lui molto difficile lasciarla, e spesso risulta in un trauma. Lo studente si può sentire improvvisamente non supportato, poiché, lasciando, perde amici e la comunità. L’investimento emotivo ed il tempo ed i soldi spesi dallo studente nella organizzazione può anche venire avvertito come uno spreco.

Organizzazioni di Supporto per Praticanti Reiki
I praticanti Reiki che sentono di essere stati manipolati  psicologicamente o finanziariamente, di essere stati pressati a completare più corsi o di aver intrapreso azioni - o azioni di supporto -  non etiche ed intese a far acquisire maggior potere al loro insegnante, a cui sono state date irragionevoli o ridicole "regole"con cui lavorare, o che si sentono manipolati in qualunque altro modo, dovrebbero contattare una organizzazione esterna per ricevere aiuto.
Una organizzazione che può essere di aiuto è una organizzazione Reiki nazionale.
In Australia vi è la Australian Reiki Connection (
www.australianReikiconnection.com.au).
Essa è la associazione leader di Reiki in Australia e sarà in grado di consigliarvi riguardo la validità degli insegnamenti Reiki sui quali vi state informando. La organizzazione ha un registro di praticanti ed insegnanti Reiki ed ha anche un mezzo per indirizzare lamentele riguardo tali praticanti. 

Informatevi sempre a fondo sui corsi di insegnamenti che state per intraprendere. Assicuratevi di essere consapevoli di ciò che ci si aspetta da voi nella organizzazione e di sapere quali siano le vostre aspettative. Consultatevi con una organizzazione Reiki nazionale (quale la Australian Reiki Connection) prima di buttarvi e di sottoscrivere. Con questi pensieri in mente voi siete sicuri di trovare corsi Reiki che vi supporteranno nel vostro sviluppo e nella vostra guarigione personale.
                                                                                 Traduzione: Beppe Tornar e Marina Anna Fellner